Intolleranza al glutine.Sai che esistono alimenti APPARENTEMENTE senza glutine?Attenzione!Eccoli

cibi apparentemente senza glutine

Attenzione: Esistono degli alimenti APPARENTEMENTE senza Glutine. Fate molta attenzione a ciò che comprate.Spesso non lo sapete ma lo state ingerendo!ECCOLI

Quando si ha un’ intolleranza alimentare bisogna stare molto attendi a cosa si ingerisce, soprattutto se gli effetti indesiderati possono essere spiacevoli e dannosi per il nostro organismo.
Oggi come oggi ci sono varie diete che si possono seguire e cibi speciali che possiamo comprare ovunque, l’unica pecca è l’elevato costo che hanno!

MA QUANTI DI VOI SONO CONSAPEVOLI DEL FATTO CHE ESISTONO ALIMENTI I QUALI SONO APPARENTEMENTE SENZA GLUTINE….? E non sono pochi.
Ebbene, questi cibi in realtà contengono tracce anche molto elevate di glutine e spesso non lo sappiamo perchè ci fidiamo oppure non è specificato sul prodotto.
Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook


Di seguito vi elenchiamo i prodotti che in realtà sono da evitare per che ha questo genere di intolleranza.

  • BASTONCINI DI PESCE: Molti li acquistano e sono effettivamente comodi quando non si ha molto tempo a disposizione per preparare la cena. Purtroppo questi contengono glutine e per chi ne fosse intollerante sono da tenere a debita distanza. Ogni volta che comprate una confezione, di qualsiasi marca si tratti, controllate bene l’elenco degli ingredienti.
  • CARAMELLE: Ebbene si, anche nelle classiche caramelle possono esserci tracce di glutine. Occhio a quali acquistate…
  • KETCHUP: Una delizia sulla patatine… Soprattutto per i più piccini! Ma fate attenzione, il glutine è “dietro l’angolo” in agguato! Se siamo intolleranti, sarebbe meglio evitare soprattutto se le conseguenze possono essere gravi.
  • DADO PER IL BRODO: Effettivamente questo prodotto alimentare dovrebbe essere evitato a prescindere dall’ intolleranza. Questo infatti è un insieme di ingredienti poco chiari e di dubbia genuinità, tutti compattati in un cubetto apparentemente innocuo. In ogni caso, sappiate che anche al suo interno ci sono tracce (anche abbastanza rilevanti) di glutine. Attenzione a come lo utilizzate!
  • ALTRI TIPI DI PESCE SURGELATO: Il problema principale è la panatura ma anche ciò che amalgama e tiene assieme il filetto. Spesso per dargli un aspetto più corposo viene passato nella farina in modo tale da addensare compattare il tutto. E’ preferibile acquistare il filetto semplice e panarlo da soli. Sicuramente sarà più buono e potete fidarvi a mangiarlo.
  • SUCCHI DI FRUTTA: Spesso non è specificato chiaramente, ma se sull’etichetta leggiamo “presenza di fibre” è meglio evitare perché la vostra bevanda potrebbe non essere adatta per la vostra intolleranza. Dunque passate oltre e scegliete un altro succo.
  • LIEVITI PER DOLCI: Fortunatamente non tutti sono “contaminati”. Infatti il discorso in questo cado varia a seconda della tipologia di lievito. Se si tratta lievito secco in bustina accertatevi che sia riportata la dicitura senza glutine. Per il panetto di lievito di birra fresco non ci sono problemi.
  • RISOTTI GIA’ PRONTI: Possiamo trovare il Glutine nascosto sia negli aromi ma anche nei vari ingredienti che hanno lo scopo di amalgamare e creare la cremina.

DUNQUE SE LEGGETE GLUTAMMATO MONOSODICO, LASCIATE LA CONFEZIONE DOVE SI TROVA!


Quello che dovete comprendere è che più il cibo in questione è lavorato e più c’è la possibilità di riscontrare tracce di glutine al suo interno. Spesso si nasconde in quei prodotti che in effetti non dovrebbero contenerlo, perché è presente in addensanti, conservanti e tra gli aromatizzanti vari.

Per una maggiore accortezza della propria dieta potete consultare il sito dell’ AIC ed avere tutte le informazioni necessarie di cui avete bisogno.
Troverete una specie di tabella in cui vengono classificati i vari alimenti:

permesso = Permesso
rischio = Rischio
vietato = Vietato

Copyrighted.com Registered & Protected 
HHXH-F3TC-GJW6-ZR9I

Questo articolo non si sostituisce in alcun modo al rapporto tra paziente e medico, esso ha una funzione divulgativa e non intende rappresentare una guida per automedicazione, diagnosi o cura. I suggerimenti e i consigli generali mirano esclusivamente a favorire nuove e migliori abitudini alimentari. ed uno stile di vita salutare. Le patologie e alcuni stati fisiologici richiedono l’intervento diretto di un professionista, e la collaborazione del medico curante. E’ sempre opportuno il parere del medico prima di intraprendere cambiamenti sostanziali nelle abitudini quotidiane.
(Visitato 1.045 volte, 1 visite oggi)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
loading...
loading...

Aggiungi un commento con il tuo profilo Facebook,Google+ o anonimo

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Maggie

    Geez, that’s unbeilevable. Kudos and such.

    Replica

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *