Dolore alle gengive. Attenzione alle cause.Ecco come ti aiutano: tè, bicarbonato, sale marino e…

Dolore alle gengive

Dolori alle gengive ed infezioni acute? Mai sottovalutare le cause. Ecco quanto possono aiutarti questi rimedi casalinghi a base di bicarbonato,sale,te e…

Spesso, in particolari periodi dell’anno, si soffre di dolori gengivali anche molto fastidiosi i quali sono ricollegabili ad un’ infinità di cause per le quali è bene prestare molta attenzione al fine di evitare patologie serie.

Solitamente la causa fondamentale è un’infiammazione legata alla cattiva igiene orale ma non sempre alla base dei dolori e dei sanguinamenti vi è questo problema. Ci sono casi in cui il dolore alle gengive rappresenta una spia d’allarme per un problema ben più serio.
Svariate possono essere le cause che generano questo doloroso disturbo e spesso sono anche impensabili; vediamole insieme:

  1. SINUSITE: essa altro non è che un’ infiammazione dei seni nasali e paranasali. Per tale motivo può portare ad avere disturbi alle gengive e dolori ai denti.
  2. DEFICIT NELLA NUTRIZIONE: La carenza di alcune vitamine rappresenta un vero e proprio problema per la salute delle gengive. Se al nostro organismo mancano la Vitamina B5, B6, la D e la K, si possono verificare casi di dolore acuto riferito all’ intera bocca e dunque a denti e gengive. In particolar modo, la carenza della Vitamina C può determinare l’insorgenza dello scorbuto, una patologia che si distingue per l’emorragia alle gengive.
  3. PARODONTITE: Questa è davvero una brutta gatta da pelare. Anche in questo caso abbiamo un’infezione seria dei tessuti che circondano i denti.Può essere ereditaria ma causata anche da un’ igiene dentale poco accurata. In casi avanzati tale patologia comporta il sanguinamento delle gengive e la successiva perdita dei denti.
  4. MENOPAUSA E GRAVIDANZA: In entrambe questi due casi la gengivite può diventare un serio problema. Menopausa e gravidanza sono delle fasi della vita in cui la donna ha scompensi e sbalzi ormonali non indifferenti i quali vanno ad alterare la sensibilità gengivale determinando stati dolorosi.
  5. DISTURBI NELL’ARTICOLAZIONE MANDIBOLARE: La “postura” mandibolare può causare dolori acuti e persistenti. Tutto questo può essere legato a patologie collegate come ad esempio: il digrignamento dei denti (bruxismo), artrite cronica e disfunzioni cranio-mandibolari.

Ovviamente non sono solo queste le cause scatenati. Il tutto può essere derivante anche da fumo, a causa delle varie sostanze nocive contenute all’interno della sigaretta; il diabete; lo stress ecc…

Gengive infiammate

MA ALLA BASE DI CIO’, ESISTONO DEI VALIDI RIMEDI CASALINGHI E SOPRATTUTTO NATURALI, I QUALI SONO IN GRADO DI TRATTARE ED  ALLEVIARE EFFICACEMENTE IL DOLORE.

  • BICARBONATO DI SODIO.

    Il bicarbonato è davvero un alleato potente per la nostra salute ed il nostro benessere. Esso rappresenta un punto di forza per curare ed alleviare quei fastidiosi dolori gengivali. Quello che vi occorre è bicarbonato,pochissima acqua e i cotton fioc.
    – Create una mistura abbastanza densa e compatta, prendetela con un cotton fioc
    – Applicatela sulle gengive seguendo l’andamento attorno ai vostri denti.
    – Ripetete ques’azione ogni sera prima di andare a dormire per almeno 5 giorni. Otterrete ottimi risultati garantendo un’igiene profonda eliminando eventuali batteri presenti. E’ preferibile fare quest’operazione alla sera prima di andare a letto e dopo aver sciacquato la bocca con un dentifricio poco aggressivo.

  • Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook


    BUSTINE DI TE VERDE O TE NERO.

    L’acido tannico contenuto è alla base di tutto. Vi basterà lasciare in infusione una bustina di tè verde per circa 4-5 minuti. Quando si sarà raffreddata un pò potrete provvedere a fare degli sciacqui come se fosse un vero e proprio colluttorio. In questo modo allevierete dolori e fastidi gengivali.
    Se volete potete applicare direttamente la bustina del te esausta sui denti, essa vi allevierà il dolore sensibilmente.

  • L’ACQUA OSSIGENATA (PEROSSIDO DI IDROGENO).

    Fare sciacqui con acqua e perossido di idrogeno (acqua ossigenata) vi aiuterà a disinfettare le gengive e ad allontanare i batteri.

  • SALE MARINO.

    Grazie ai sali minerali presenti nel sale riusciamo a ridurre infiammazioni e batteri alleviando anche il dolore. Per trattare eventuali infezioni vi basterà sciogliere un cucchiaio di sale all’interno di un bicchiere d’acqua tiepida e mescolare. Dopo aver ottenuto la vostra soluzione salina potete procedere effettuando degli sciacqui durante la giornata. Anche 2-3 volte al giorno. Lasciate agire in bocca per 30 secondo dopodiché sputate.

Vi sono anche altre sostanze davvero molto utili che sono dei validi calmanti, lenitivi ed emollienti. Stiamo parlando della camomilla, la malva ma anche il Tea Tree Oil il quale calma il sanguinamento delle gengive e la gengivite.

 

Se il disturbo persiste senza che voi troviate un sollievo, è bene rivolgervi ad un medico per iniziare un trattamento specifico a base di medicinali ed eventualmente di antibiotici. Non bisogna mai sottovalutare il problema perché trascurando un disturbo di può arrivare ad avere una patologia seria.

Copyrighted.com Registered & Protected DZGU-CBZO-IYYQ-WQAQ

Questo articolo non si sostituisce in alcun modo al rapporto tra paziente e medico, esso ha una funzione divulgativa e non intende rappresentare una guida per automedicazione, diagnosi o cura. I suggerimenti e i consigli generali mirano esclusivamente a favorire nuove e migliori abitudini alimentari. ed uno stile di vita salutare. Le patologie e alcuni stati fisiologici richiedono l’intervento diretto di un professionista, e la collaborazione del medico curante. E’ sempre opportuno il parere del medico prima di intraprendere cambiamenti sostanziali nelle abitudini quotidiane.
(Visitato 2.220 volte, 1 visite oggi)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
loading...
loading...

Aggiungi un commento con il tuo profilo Facebook,Google+ o anonimo

Loading Facebook Comments ...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *