Eritemi solari. Sei passaggi per curarli in modo naturale

Eritemi solari

Eritemi solari e molto altro ancora! Ecco tutto quello che bisogna sapere sulle scottature…Mai sottovalutare i danni che provoca sulla nostra pelle

Il caldo è arrivato e, chi più chi meno, come le lucertole ci esponiamo al sole o magari lampade abbronzanti ecc…
Insomma, mettiamo la nostra pelle in condizioni di stress estremo e il più delle volte la maltrattiamo.
L’esposizione al sole (o ad altre fonti di calore) possono nuocere gravemente alla nostra pelle.
Avete mai sentito parlare di eritemi solari?

Ebbene, vista la stagione ed il numero elevato di persone colpite, abbiamo deciso di darvi degli utilissimi consigli per ridurre il dolore andando a prevenire eventuali infezioni.

ECCO COME AVERE RAPIDO SOLLIEVO IN CASO DI ERITEMI SOLARI.

Se la vostra pelle è “in fiamme” vuol dire che qualcosa nella vostra esposizione solare è andata nel modo sbagliato.
Vuoi che sia la crema poco adatta e poco protettiva, vuoi che sia stata l’esposizione in orari poco indicati…in ogni caso bisogna assolutamente correre ai ripari per non danneggiare ulteriormente la pelle.
Di seguito vi daremo indicazioni per trattare in modo naturale la vostra pelle.

IMPACCHI FRESCHE E IDRATANTI ALLA CAMOMILLA
– Prima di tutto vi occorrerà fare la classica camomilla, se possibile raccogliendola dai campi e mettendola a bollire in acqua per 10 minuti.
– Lasciatela raffreddare e mettetela per qualche minuto in frigorifero.
– Prendete un panno morbido ed inumiditelo con la vostra camomilla fresca precedentemente preparata.
– Ponetelo sulla zona scottata e lasciatelo agire per circa 20 minuti.
Ripetete il tutto ogni qual volta che il panno si riscalderà con il calore del corpo

FARE UN BAGNO FRESCO
Se non avete una vasca da bagno, potete optare per una doccia. In ogni caso vi consigliamo una temperatura dell’acqua non eccessivamente calda ma tendente al fresco. Con questo ovviamente non dovrete battere i denti…semplicemente, fate in modo che sia abbondantemente tiepida.
Se decidete di fare una doccia, non utilizzate un getto d’acqua potente e non utilizzate sapone aggressivi ma se vi è possibile detergete la vostra pelle con un panno morbido inumidito con olio essenziale alla menta ed eucalipto (i quali hanno ottime proprietà antisettiche e balsamiche).
Tamponate senza strofinare per asciugare la zona.

APPLICATE ALOE
Se possedete una pianta domestica, è preferibile estrapolare il gel di aloe direttamente da essa.
– Schiacciate tutta la parte interna fino a ridurla in poltiglia. Per ottenere una consistenza omogenea servitevi di un frullatore.
– Dopo aver ottenuto la crema di aloe aggiungete 3 gocce di olio essenziale di Mandorle e 5 gocce di olio essenziale di menta. Ora potete applicare la vostra crema naturale sulla pelle arrossata; lasciatela agire fino a che non si secca, poi risciacquate delicatamente.

LA PATATA
Un rimedio popolare molto efficace ( utilizzato anche per scottature in cucina) consiglia l’applicazione della patata. Questa tecnica è attualmente in uso anche in ambito fitoterapico. La patata ha un eccezionale potere antinfiammatorio e decongestionante e dunque è consigliabile applicare piccole fettina sulla superficie ustionata e lasciare agire per 10 minuti. Poi risciacquate

EMULSIONE DI LATTE, YOGURT E BICARBONATO

Per realizzare questa emulsione vi occorrerà:
– mezza tazza di latte,
– mezza tazza di yogurt bianco
– una tazza di ghiaccio
– un cucchiaio di bicarbonato
Dovrete inserire tutti gli ingrediente in un frullatore e triturare fino ad ottenere una grana medio-fine.
Ora che la poltiglia è pronta, potete scegliere di metterla in un panno per poi poggiare sulla zona indicata oppure applicare direttamente sulla pelle e lasciare agire per 10 minuti, poi risciacquate

IMPACCO CON FARINA D’AVENA
Procuratevi mezzo vasetto di yogurt bianco ed emulsionate il tutto con due cucchiai abbondanti di farina d’avena. Lasciate riposa il vostro impacco per 15 minuti dopodiché applicatelo sulla superficie colpita da eritema solare. Dopo 10 minuti potete sciacquare il tutto delicatamente aiutandovi con un panno morbido.

 

In casi di eritemi solari, è consigliabile assumere molta acqua e modificare anche la propria dieta alimentare.
Quando l’eritema è molto forte potete riconoscere diversi sintomi:

  • Presenza di bolle piene d’acqua
  • Aumento del dolore e dell’arrossamento della zona interessata
  • Mal di testa
  • Febbre
  • Pus (in caso di infezione)
  • Gonfiore dei linfonodi del collo, delle ascelle o dell’inguine

Ovviamente quando i sintomi sono persistenti e gravi, è consigliabile rivolgersi ad un medico così che possa darvi la cura appropriata per il vostro disturbo. Se necessario, in presenza di febbre e dolori eccessivi, potete anche assumete il paracetamolo in modo da sfiammare e calcare il bruciore.
Se la vostra pelle si presenta arrossate, è indispensabile evitare ulteriori esposizioni solari in modo che non peggioriate la situazione.
RICORDATE: SBAGLIATA ESPOSIZIONE SOLARE PUO’ PROVOCARE UN RAPIDO INVECCHIAMENTO DELLA PELLE, COMPARSA DI MACCHIE, LENTIGGINI E RUGHE FINO A MALATTIE BEN PIU’ SERIE COME I TUMORI DELLA PELLE

Copyrighted.com Registered & Protected 3WMD-KYXX-CM6H-RTVE

Questo articolo non si sostituisce in alcun modo al rapporto tra paziente e medico, esso ha una funzione divulgativa e non intende rappresentare una guida per automedicazione, diagnosi o cura. I suggerimenti e i consigli generali mirano esclusivamente a favorire nuove e migliori abitudini alimentari. ed uno stile di vita salutare. Le patologie e alcuni stati fisiologici richiedono l’intervento diretto di un professionista, e la collaborazione del medico curante. E’ sempre opportuno il parere del medico prima di intraprendere cambiamenti sostanziali nelle abitudini quotidiane.
(Visitato 163 volte, 1 visite oggi)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
loading...
loading...

Aggiungi un commento con il tuo profilo Facebook,Google+ o anonimo

Loading Facebook Comments ...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *