Abbassare la febbre con il paracetamolo NON aiuta a guarire. Ecco le efficaci terapie naturali

abbassare la febbre

Vi siete mai chiesti se il paracetamolo è davvero efficace per curare la febbre? In realtà è sbagliato e non aiuta a guarire,anzi…Ecco le terapie naturali

Quanti di voi in queste settimane hanno dovuto combattere con l’influenza?
che è toccato il raffreddore, a chi la tosse o la febbre e chi non si è fatto mancare nessuna di queste tre!
Ovviamente i medicinali per combattere i malanni non mancano mai certe volte, ne vengono prescritti un pò troppi.

VI SIETE MAI CHIESTI SE SERVONO TUTTI PER AIUTARCI DAVVERO?

Ad esempio prendiamo in esame la febbre…
Tutti l’abbiamo avuta almeno una volta nella vita e TUTTI L’ABBIAMO CURATA ABBASSANDO LA TEMPERATURA UNA VOLTA RAGGIUNTI I 38°C.
Quello che è emerso dalle ultime osservazioni mediche condotte è che la febbre non fa combattuta come fosse un nemiche da abbattere. — Secondo il Dr. Masashi Saito afferma che curare la febbre assumendo antipiretici (aspirina) è sbagliato in quanto la sua comparsa aiuta a purificare l’organismo dalla presenza di tossine e rafforza efficacemente il nostro sistema immunitario. INOLTRE, FAVORIRE IL SUO NATURALE DECORSO AIUTA A STARE LONTANI DA MALATTIE DEGENERATIVE E DALL’INSORGENZA DI CANCRO.

Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook

Salute Eco Bio


In troppi casi però si ricorre al paracetamolo per combattere la febbre ma in realtà essa altro non è che una reazione naturale del nostro organismo il quale aumenta la temperatura corporea a causa di una risposta del sistema immunitario attaccato da qualche infezione batterica.

MA QUALI SONO LE TERAPIE NATURALI PER AIUTARE A COMBATTERE LA FEBBRE?

La febbre va considerata parte dei meccanismi di difesa dell’organismo, in quanto ostacola la replicazione di virus, attraverso la produzione di interferoni, pertanto è utile riservare gli antipiretici quando strettamente necessario ovvero per ridurre i sintomi sistemici associati, quali cefalea, mialgie e artralgie, o in presenza di indicazioni specifiche, meglio se sotto controllo medico per quanto riguarda bambini piccoli, anziani debilitati, cardiopatici, broncopneumopatici.
Ovviamente ogni febbre è differente una dall’altra tuttavia quando non vi sono casi clinici particolari potete trattarla in modo naturale e combattere l’influenza con terapie alternative che allo stesso modo apportano i benefici desiderati.

 

PUOI RAFFREDDARE IL CORPO CON “IL TRATTAMENTO DEI CALZINI BAGNATI”

Se vuoi combattere l’innalzamento della temperatura senza ricorrere ad antipiretici puoi farlo con estrema semplicità. Sta di fatto che nei tempi antichi anche il nostri nonni si curavano in questo modo con ottimi risultati.
Se vedi che la temperatura corporea ha raggiunto i 38.3:
– . Prendi un paio di calzini in cotone e immergili in acqua fredda;
– Strizza l’eccesso d’ acqua e indossali. (E’ bene che prima di metterli tu abbia inserito un altro paio di calzini ben spessi).
– Mettiti a letto e mantieni i piedi al coperto.
Questa operazione potete farla ogni qualvolta che la temperatura corporea vi sale. E’ preferibile farlo la sera per riposare tutta la notte. In ogni caso dovreste avere i primi risultati dopo un mezz’ora

FARE UN BAGNO CALDO (MA NON TROPPO)

Con una temperatura corporea elevata potete scegliere anche di fare un bagno tiepido.
Iniziate riempiendo la vasca con acqua calda e restate in ammollo fin quando la temperatura della stessa acqua non si abbassi gradualmente. Così facendo anche il vostro corpo di adatterà alla temperatura dell’acqua abbassandovi in modo naturale la febbre.
Attenzione a non utilizzare un acqua troppo fredda, in questo caso non va bene perchè il copro deve avere un abbassamento di temperatura graduale e moderato.

METTI DELLE PEZZE BAGNATE SU VISO, FRONTE, ASCELLE ED INGUINE

Probabilmente questo è il metodo più conosciuto ed utilizzato soprattutto dai nostri nonni.
– In questo caso si inzuppano 1/2 asciugamani in acqua fredda e si strizzano per eliminare l’eccesso di acqua.
– Ci si stende sul letto e si applicano le pezze sulle zone più calde del corpo: tempie, collo, ascelle ed inguine.
– Ripetete l’operazione di tanto in tanto, soprattutto quando la pezza non è più fresca; quindi immergetele nuovamente i acqua fredda e ripetete il tutto da capo.
Gli asciugamani freddi o gelati estrarranno calore dal corpo riducendone di conseguenza la temperatura



MODIFICARE L’ALIMENTAZIONE

Gli anziani erano soliti dire “nutri un raffreddore, affama la febbre”, e la scienza moderna sembra confermarne quest’ antica teoria che fonda il suo sapere nel rimedio popolare. In caso di febbre è buona cosa non affaticare ancor più il nostro organismo e fare dei pasti sani e leggeri:

  • Bisogna mangiare frutta e verdura in abbondanza
  • Bere molta acqua ma anche fare un pieno di spremute di arance e limoni e meloni frullati ( Essendo ricchi di vitamina C, contribuiranno a contrastare l’infezione e ad abbassare la febbre).
  • Non mangiare fritti e pesanti ma preferire brodi e minestroni.

SE LA TEMPERATURA SUPERA I 39°C METTETEVI IN CONTATTO CON IL MEDICO

febbre

Copyrighted.com Registered & Protected DOYA-5IUA-GLSR-LBMO

Rimedi Casalinghi per il Benessere di Tutta la Famiglia

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

€ 24

Questo articolo non si sostituisce in alcun modo al rapporto tra paziente e medico, esso ha una funzione divulgativa e non intende rappresentare una guida per automedicazione, diagnosi o cura. I suggerimenti e i consigli generali mirano esclusivamente a favorire nuove e migliori abitudini alimentari. ed uno stile di vita salutare. Le patologie e alcuni stati fisiologici richiedono l’intervento diretto di un professionista, e la collaborazione del medico curante. E’ sempre opportuno il parere del medico prima di intraprendere cambiamenti sostanziali nelle abitudini quotidiane.
(Visitato 15.361 volte, 1 visite oggi)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
loading...
loading...

Aggiungi un commento con il tuo profilo Facebook,Google+ o anonimo

Loading Facebook Comments ...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *