Latte di Kefir :un vero toccasana per l’intestino,i reni e tanto altro ancora.Ecco come prepararlo

latte-di-kefir-2(foto: www.greenme.it)

Il latte di kefir non è altro che un latte fermentato simile allo yogurt,adatto anche agli intolleranti al lattosio, nonostante sia una bevanda ricca di fermenti lattici e probiotici vivi.E’ un vero toccasana per l’intestino, i reni e tanto altro ancora.

Il latte di kefir viene considerato un alimento miracoloso per il nostro organismo, la sua funzione principale è quella di  garantire il corretto funzionamento dell’intestino aiutandoci a prevenire allergie e ad assorbire le vitamine indispensabili per la nostra salute (grazie ai fermenti). Inoltre contiene calcio, magnesio, fosforo, zinco, amminoacidi, vitamine del gruppo B e k (che regolano il funzionamento dei reni), e anche un contenuto di acido folico, fondamentale per lo sviluppo del feto per le donne in gravidanza.

In sintesi il latte di kefir  garantisce un buon funzionamento dell’intestino e dell’apparato digerente, aiuta a rinforzare le difese immunitarie in quanto stimola la produzione di anticorpi, riequilibra la flora intestinale ed elimina il colesterolo cattivo nel sangue.

Preparazione del latte di Kefir

Il latte di Kefir di solito viene preparato in modo tradizionale utilizzando latte fresco (di pecora, capra o vacca), ma si possono utilizzare anche altri liquidi come il latte di soia e il latte di riso.
Il liquido prescelto va unito con  i fermenti o granuli di Kefir i quali sono facilmente reperibili in rete o nei punti vendita.

E’ preferibile utilizzare 50g di granuli di kefir ed unirli a mezzo litro di latte a scelta tra quelli sopra scritti, per poi mettere il contenuto in un contenitore di vetro chiuso e lasciare fermentare il tutto per circa 48 ore a temperatura ambiente (mescolate ogni tanto il tutto). Dopo 2 giorni noterete che il latte si è cagliato e i granuli di kefir si sono ingrossati in quato hanno assorbito il latte fermentato, arrivati a questo punto bisogna filtrare il tutto in maniera da separare i granuli dal latte fermentato in eccesso.
Il prodotto ottenuto dovrebbe avere una consistenza densa simile a quella della foto sopra riportata.
Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook


Questo articolo non si sostituisce in alcun modo al rapporto tra paziente e medico, esso ha una funzione divulgativa e non intende rappresentare una guida per automedicazione, diagnosi o cura. I suggerimenti e i consigli generali mirano esclusivamente a favorire nuove e migliori abitudini alimentari. ed uno stile di vita salutare. Le patologie e alcuni stati fisiologici richiedono l’intervento diretto di un professionista, e la collaborazione del medico curante. E’ sempre opportuno il parere del medico prima di intraprendere cambiamenti sostanziali nelle abitudini quotidiane.
(Visitato 19.143 volte, 1 visite oggi)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
loading...
loading...

Aggiungi un commento con il tuo profilo Facebook,Google+ o anonimo

Loading Facebook Comments ...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *