Dichiarazione chock di uno scienziato:”Evitate come la peste il salmone da allevamento”.Ecco perchè

salmone-da-allevamento

Ormai è sempre più difficile pescare salmone selvatico perchè quasi in estinzione negli oceani, e quindi quello che spesso acquistiamo è salmone da allevamento. Uno scienziato Usa , David O. Carpenter, dopo aver studiato le tossine presenti nei salmoni da allevamento raccomanda di evitarlo come la peste. Lo studio in questione è stato pubblicato su Science e porta il titolo di “Global assessment of Organic Contaminants in Farmed Salmons”.

Oltre al fatto che l’allevamento intensivo di salmone non è affatto una buona alternantiva ne per noi ne per l’ambiente,  ci sono molti validi motivi per cui non dovremmo mangiare salmone da allevamento. Eccoli di seguito:

1)Negli allevamenti intensivi i reflui non vengono mai lavati via e si lasciano semplicemente cadere attraverso le reti. Il risultato sono migliaia di tonnellate di escrementi e rifiuti che si depositano nel fondale intorno agli allevamenti che non vengono mai rimossi. Immaginate migliaia di salmoni che nuotano in una zuppa di muco ed escrementi…Queste condizioni  alimentano le mutazioni di agenti patogeni, che possono arrivare fino alle nostre tavole.

2) Diffidate dai salmoni troppo colorati!  I salmoni da allevamento spesso sono colorati artificialmente di rosa per imitare i salmoni selvaggi. Viene aggiunto un colorante nel mangime (Salmo Fan) che, a lungo andare, colora la carne di un rosa vivo quasi arancio.


3) Molti paesi (come la Norvegia), sono autorizzati ad aumentare le quantità di Endosulfano nei mangimi, un pesticida mega tossico bandito in molti altri  paesi. Infatti  i medici norvegesi consigliano alle mamme in attesa di evitare il salmone a causa dell’alto livello di tossine contenute in quelli da allevamento intensivo. Sostanze conosciute per provocare danni allo sviluppo del cervello nei bambini. La dottoressa Anne-Lise Bjørke Monsen ha rischiato la sua carriera per aver divulgato questa informazione. Claudette Bethune, tossicologa, sarebbe stata licenziata dal governo norvegeseper aver tentato di mettere in guardia i consumatori dagli elevati livelli di cadmio presenti nel salmone.

Salute Eco Bio

4)  Il salmone è un animale carnivoro e questo comporta un elevato costo per l’ambiente, perché per nutrirlo occorre disporre di altro pesce pescato. Per ottenere un kg di salmone ne servono almeno 5 di altri pesci. E contribuiscono largamente alla riduzione degli stock ittici che sta portando all’estinzione di molte specie.

5)  In alcuni casi i mangimi per i salmoni da allevamento potrebbero contenere proteine derivate da sottoprodotti di origine animale. Vi è inoltre il dubbio che il salmone da allevamento nutrito con derivati animali provenienti dai suini non possa essere considerato Kosher.

Copyrighted.com Registered & Protected XWWV-D5H1-WRXT-TUEJ

Questo articolo non si sostituisce in alcun modo al rapporto tra paziente e medico, esso ha una funzione divulgativa e non intende rappresentare una guida per automedicazione, diagnosi o cura. I suggerimenti e i consigli generali mirano esclusivamente a favorire nuove e migliori abitudini alimentari. ed uno stile di vita salutare. Le patologie e alcuni stati fisiologici richiedono l’intervento diretto di un professionista, e la collaborazione del medico curante. E’ sempre opportuno il parere del medico prima di intraprendere cambiamenti sostanziali nelle abitudini quotidiane.
(Visitato 140.995 volte, 4 visite oggi)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
loading...
loading...

Aggiungi un commento con il tuo profilo Facebook,Google+ o anonimo

Loading Facebook Comments ...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *