Avete un tagliere di legno in casa? Allora dovete assolutamente leggere questo. Occhio alle muffe

tagliere

Tagliere di legno…Sembra innocuo,in realtà è un covo di germi,muffe e batteri!Sui vostri c’è il simbolo di sicurezza?Ecco cose dovete assolutamente sapere

In ogni cucina tutti noi abbiamo almeno un utensile in legno; che sia un tagliere o magari un mestolo!
Vengono utilizzati per tagliare portate, affettare del pane o dei formaggi e quant’altro. La loro presenza è importante ma è altrettanto indispensabile sapere che non tutti sono uguali e per questo hanno differenti caratteristiche che non vanno sottovalutate, anzi sono di vitale importanza per la salute! Scopriamo perché.

Un tasimbolo di sicurezzagliere di buona qualità deve avere il simbolo di sicurezza che vedete sulla vostra sinistra. Spesso lo riporta sul ripiano di’appoggio o magari sulla facciata posteriore. Se non è presente sul tagliere di legno potreste trovarlo all’interno dell’ incarto assieme al foglio che accompagna il prodotto.
Qual’ ora non lo trovate prestate attenzione perchè è meglio diffidare in quanto potreste essere in presenza di un oggetto di dubbia qualità che potrebbe contenere contaminanti i quali vanno ad attaccare anche gli alimenti.
Stesso ragionamento è per gli arnesi da cucina che riguardano: forchettoni o mestoli in legno.

 

ATTENZIONE ALL’IGIENE PERCHE’ LA MUFFA E’ IN AGGUATO

La maggior parte delle persone non sa in che modo vanno tenuti i taglieri ed effettivamente non c’è nulla di scontato. In realtà questo è importante.
Dovete sapere che una sbagliata igiene e una scorretta pulizia comporta la formazione di muffe, acari, virus e batteri che vanno a infestare la superficie utilizzata per alimenti.
Il vostro tagliere di legno puzza?
C’è una colonia di acari e batteri in agguato!
Questo fa si che vengano contaminati anch’essi e, ovviamente poi li andiamo anche a mangiare inconsapevolmente.
COME SI PULISCE UN TALGLIERE?
Non bisogna utilizzare detersivi per piatti… Questi potrebbero essere assorbiti dal legno! Altra scelta sbagliata è quella di metterli in lavastoviglie.
Il modo perfetto per detergere ed igienizzare un tagliere è con in succo di mezzo limone, sale grosso e un cucchiaino di bicarbonato.
Vi basterà creare una pappa cremosa con questi semplici ingrediente e strofinarla sulla superficie utilizzando uno spazzolino per denti purché sia a setole morbide, in modo da non graffiare.
Se avete del nero incrostato (altro non è che muffa vera e propria) allora, con la stessa pappetta dovrete fare un impacco e lasciarlo in azione per 15 minuti poi risciacquate sono con acqua tiepida e lasciate asciugare al sole.

Se volere rendere più igienici i cucchiai in legno potete metterli in microonde per tre minuti alla massima potenza

Non tutti i taglieri sono uguale e questa non è retorica bensì una regola che deve essere ricordata.
  • LEGNO DI FAGGIO: Si presenta molto duro e compatto ma soprattutto è molto resistente
  • LEGNO DI ULIVO: Oltre che bello da vedere è anch’esso duro e compatto inoltre ha i pori chiusi e per questo non lascia che gli alimenti vi restino intrappolati.
  • BAMBU’: Questo materiale è davvero molto resistente ma soprattutto leggero

 

Ricordate: utilizzare un prodotto naturale per la pulizia è preferibile. Se dovete farlo asciugare potete esporlo al sole per evitare ristagni d’acqua che possono causare insorgenza di muffa e batteri.  Mai riporli se prima non si sono completamente asciutti!

Questo articolo non si sostituisce in alcun modo al rapporto tra paziente e medico, esso ha una funzione divulgativa e non intende rappresentare una guida per automedicazione, diagnosi o cura. I suggerimenti e i consigli generali mirano esclusivamente a favorire nuove e migliori abitudini alimentari. ed uno stile di vita salutare. Le patologie e alcuni stati fisiologici richiedono l’intervento diretto di un professionista, e la collaborazione del medico curante. E’ sempre opportuno il parere del medico prima di intraprendere cambiamenti sostanziali nelle abitudini quotidiane.
(Visitato 4.253 volte, 1 visite oggi)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
loading...
loading...

Aggiungi un commento con il tuo profilo Facebook,Google+ o anonimo

Loading Facebook Comments ...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *