Wurstel: una “spremuta” di carcasse di volatili. VIDEO

wurstel una spremuta di carcasse di volatili

Non immaginereste mai cosa c’è dentro i wurstel, l’insaccato più utilizzato in pub, fast food e nelle case degli italiani.

Sulle etichette dei principali marchi di wurstel, nell’ elenco degli ingredienti è possibile notare, scritta con caratteri microscopici e difficili da leggere, una percentuale oscillante tra l’ 85 e 90% di  “carne separata meccanicamente” (CSM).


Cos’ è la carne separata meccanicamente? Si tratta della la carne di scarto che rimane attaccata alle ossa, la quale viene estratta meccanicamente. Se prendiamo ad esempio come riferimento i wurstel di pollo, le carcasse dei polli, tolti petto, cosce e pelle, vengono trasferite in speciali presse per essere macinate e fatte passare attraverso setacci per eliminare i residui grossolani delle ossa. Il risultato è l’ottenimento di una poltiglia rosa, alla quale vengono aggiunti aromi, amidi e acidi per dare una consistenza ai wurstel e per eliminare il “tanfo” di tale poltiglia.

La poltiglia rosa ha una composizione simile alla carne, ma il contenuto osseo è maggiore, ma sminuzzato in modo da essere quasi impercettibile. Inoltre l’aspetto fibroso è scomparso.

Bisogna quindi prestare attenzione a tale dicitura presente sulle confezioni di wurstel, ove non fosse presente vuoldire che il prodotto è fatto con vera carne, ma costa almeno il 50% in più.

Vi mostriamo di seguito un video realizzato da “il fatto alimentare” che spiega in dettaglio ciò che è stato sopra descritto.

Di seguito vi mostriamo  un servizio realizzato dalla trasmissione “la Gabbia” su La7 riguardo la carne separata meccanicamente

Di seguito vi mostriamo un video che mostra come vengono fatti i wurstel

Questo articolo non si sostituisce in alcun modo al rapporto tra paziente e medico, esso ha una funzione divulgativa e non intende rappresentare una guida per automedicazione, diagnosi o cura. I suggerimenti e i consigli generali mirano esclusivamente a favorire nuove e migliori abitudini alimentari. ed uno stile di vita salutare. Le patologie e alcuni stati fisiologici richiedono l’intervento diretto di un professionista, e la collaborazione del medico curante. E’ sempre opportuno il parere del medico prima di intraprendere cambiamenti sostanziali nelle abitudini quotidiane.
(Visitato 68.492 volte, 17 visite oggi)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
loading...
loading...

Aggiungi un commento con il tuo profilo Facebook,Google+ o anonimo

Loading Facebook Comments ...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *