Mangiare mandorle riduce i rischi di malattie cardiache, e fa calare la pancia…

mandorle

Uno studio pubblicato sul Journal of American Heart Association ha fornito le prove che le mandorle usate come snack fanno bene al cuore e alla pancia…

Di naturalnews tradotto da Sa Defenza :
Un recente studio pubblicato sul Journal of American Heart Association ha fornito le prove che le mandorle usate come snack al posto dei dolci, una dieta definita sana, fornisce una protezione contro le malattie cardiache, l’obesità e la sindrome metabolica, un precursore del diabete.
Basta sostituirle quindi allo spuntino quotidiano per beneficiare delle loro proprietà.

La ricerca ha scoperto che le mandorle sostituiscono  l’alto contenuto di carboidrati dello spuntino migliorando i fattori di rischio per la salute del cuore, la nuova scoperta evidenzia che mangiare mandorle  riduce il grasso della pancia , “ha dichiarato Claire Berryman, PhD, ricercatore principale dello studio. “La scelta di mangiare mandorle come spuntino può essere il modo più semplice per aiutare a combattere l’insorgenza di patologie metaboliche e cardiovascolari.

Lo studio Penn State ha stabilito che, anche se il peso dello snack per dieta è rimasto praticamente invariato, le mandorle dello spuntino sperimentato ha ridotto la massa grassa addominale e la circonferenza della vita rispetto ai partecipanti che mangiavano i dolci di carboidrati.

L’aumento del grasso della pancia e la circonferenza della vita sono considerati fattori di rischio per la sindrome metabolica e malattie cardiovascolari.

Il grasso viscerale della pancia è adiposo, che agisce in realtà quasi come un organo che espelle varie sostanze chimiche dal proprio sangue . Il grasso viscerale circonda gli organi nella cavità dello stomaco e pompa fuori ormoni che possono aumentare il rischio di malattia cardiovascolare, diminuire la sensibilità delle cellule all’insulina e aumentano la pressione sanguigna.

Dimunisce la sensibilità all’insulina, crea resistenza all’insulina, il cui ormone pancreatico produce l’insulina sufficiente, ma le cellule muscolari e del fegato non rispondono adeguatamente ai  livelli di glucosio che aumentano nel sangue (e, l’alto livello di zucchero nel sangue porta alla malattia metabolica e al diabete).

Lo studio Penn State ha scoperto che sei settimane di 1,5 once di merenda alle mandorle al giorno al posto di caramelle migliorano il colesterolo LDL / HDL in rapporto rispetto alla basale  riduzione di apolipoproteina B nella dieta di controllo, che ha aumentato la proteina C-reattiva, un indicatore di infiammazione, mentre nessun aumento di questo indicatore è stato osservato nel gruppo di mandorla merenda.

Come saprete da altri articoli pubblicati, sempre più cardiologi hanno realizzato che l’infiammazione arteriosa è la fonte di malattie cardiache . Altri studi hanno determinato i meriti per la salute dalle mandorle, ma quello scoperto in questo articolo è stato il più grande random controllato studio clinico fatto finora.

Un ampio studio epidemiologico britannico in precedenza ha stabilito che ci sono benefici per la salute che si ottengono da tutti i tipi di frutta secca con guscio.

Riferimenti:http://medicalxpress.com

http://jaha.ahajournals.org

http://medicalxpress.com

http://journals.plos.org

http://www.health.harvard.edu

http://foodidentitytheft.com

http://science.naturalnews.com

Fonte : naturalnews tradotto da Sa Defenza

Questo articolo non si sostituisce in alcun modo al rapporto tra paziente e medico, esso ha una funzione divulgativa e non intende rappresentare una guida per automedicazione, diagnosi o cura. I suggerimenti e i consigli generali mirano esclusivamente a favorire nuove e migliori abitudini alimentari. ed uno stile di vita salutare. Le patologie e alcuni stati fisiologici richiedono l’intervento diretto di un professionista, e la collaborazione del medico curante. E’ sempre opportuno il parere del medico prima di intraprendere cambiamenti sostanziali nelle abitudini quotidiane.
(Visitato 5.113 volte, 1 visite oggi)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
loading...
loading...

Aggiungi un commento con il tuo profilo Facebook,Google+ o anonimo

Loading Facebook Comments ...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *