DISIDRATAZIONE. Ecco tutti segnali che il tuo corpo ti manda

Pelle secca

DISIDRATAZIONE. Ecco tutti segnali che il tuo corpo ti manda e non trascurarli mai.La tua pelle potrebbe subire gravi danni. Quali sono e come rimediare?

 

Mantenere la pelle ben idratata è fondamentale per garantire una buona elasticità e plasticità di tutti i tessuti, soprattutto quelli cutanei.
Imparare a riconoscere i sintomi ci permette di aggirare il problema adottando eventuali provvedimenti.
Quello che appare chiaro è che quando il contenuto di acqua scarseggia nello strato più superficiale dell’epidermide, la pelle diviene sempre più secca. Se non si corre si ripari, tutto questo, può portare ad una xerosi cutanea e generazione in profonde ragadi.
Lo strato corneo è un particolare strato che compone la nostra cute, per la precisione è quello più esterno Esso è direttamente esposto alle influenze dell’ambiente che ci circonda e per questo subisce modificazione non indifferenti. Tale strato ha l’importante ruolo di controllare il quantitativo di acqua in esso contenuto.

VEDIAMO INSIEME QUALI SONO I SEGNALI DI UNA PELLE SECCA

Ci sono dei segnali d’ allarme che ci indicano una carenza di idratazione, tutti molto differenti tra loro ma strettamente collegati. Per tale motivo non devono essere trascurati.
Ti senti stanca e affaticata? Spenta in viso e costipata?! Fai attenzione a tutto questo!
Ecco tutti i segnali d’allarme:

  • Pelle raggrinzita
  • Rughe marcate
  • Feci dure e secche (dunque dolorose)
  • Bocca secca
  • Mancato stimolo di orinare
  • Dolori alle articolazioni
  • Pelle che raggrinzisce quando viene pizzicata
  • Pelle ruvida
  • Sbalzi d’umore

L’importanza di una dieta bilanciata:

Innanzitutto è indispensabile bere molta acqua durante il giorno, aumentando la quantità quando il caldo diventa insistente e insopportabile. Sforzatevi di bere almeno 1 litro e mezzo d’ acqua cercando di assumere anche una corretta alimentazione; fate in modo che sia ricca di fibre e vitamine; soprattutto preoccupate che non manchi mai la Vitamina A. Bilanciate in maniera corretta gli acidi grassi insaturi , le proteine e gli aminoacidi.

Ovviamente con il passare degli anni, una parte del quantitativo di acqua viene perso e per questo non appare più morbida al tatto e soda! Questo cambiamento avviene dai 25anni in poi.
Il segreto per una pelle idrata e morbida sta tutto nel giusto apporto di lipidi i quali rappresentano una vera e propria ancora di salvezza per la bellezza del viso e non solo.
ATTENZIONE: Basta una disidratazione cutanea del 10% per alterare in maniera grave e permanente la pelle, così da intaccare quella che è la perfetta elasticità

Patologie che alterano l’idratazione:

Ci sono delle patologie croniche che colpiscono l’individuo le quali vanno ad alterare maggiormente l’equilibrio lipidico dell’ epidermide. Colpevoli di questo aggravamento possono essere: psoriasi, eczemi, ittiosi ma anche ipotiroidismo, cirrosi epatica e diabete.
Tra l’altro proprio la presenza di diabete può generare condizioni di “eccessiva sete” soprattutto al mattino appena svegliati.

Cosmetico troppo aggressivi:

Sbagliare un trattamento cosmetico o applicare sulla pelle un prodotto non idoneo e troppo aggressivo, può compromettere la salute ed il benessere della pelle.
Lavarsi troppo spesso il viso, così come tutto il resto del corpo, porta la pelle ad un eccessivo stress; se si esagera senza andare ad applicare creme idratanti, la pelle può danneggiarsi irrimediabilmente e presentare screpolature, rughe ecc.
Attenzione, prima di andare a dormire, se siate truccate, dovete sempre eliminare ogni traccia di trucco presente sul viso. Questo farà si che la vostra pelle possa respirare liberamente.

 

Uno dei segnali più tipici che indicano carenza di acqua nel corpo si può riconoscere osservando come si comporta la pelle quanso è sottoposta a stress. Ci spieghiamo meglio:
Se pizzicate la pelle o premete su un punto specifico del corpo (es: gamba), e la non torna velocemente allo stato iniziale, vuol dire che siamo in presenza di una situazione di profonda disidratazione cutanea.

CREME IDRATANTI FAI DA TE

Per realizzare creme ed unguenti idratanti per la pelle di viso e corpo, potete utilizzare semplici ingredienti ma davvero efficaci.

CREMA CON OLIO, LATTE E MELONE

  • Mettete a scaldare 3 cucchiai di latte e quando si sarà intiepidito mettetelo in una ciotolina di vetro ed aggiungete qualche goccia di olio di oliva e un cucchiaio di polpa di melone macinata. Applicate la crema sul viso e se avete altre parti del corpo che necessitano di un trattamento idratante, aumentate le dosi ed applicatela lasciandola agire per 15 minuti. Ripetete l’applicazione almeno 4 volte a settimana e noterete un vero cambiamento.

CREMA AL CETRIOLO, AVENA E YOGURT

  • In parti uguali mescolate del cetriolo con tutta la buccia, farina d’avena cotta e yogurt bianco.
    Per cuocere la farina d’avena dovrete metterne 50 gr 400 ml di acqua. Mescolate fino a levare i grumi e girate di tanto in tanto fino ad ottenere una cremina.
    Quando sarò tutto raffreddato. mescolate il tutto in una centrifuga fino ad ottenere una crema. Una volta pronto, potrete applicarlo là dove è necessario.
    Per cuocere la farina d’avena dovrete metterne 50grin 400 ml di acqua. Mescolate fino a levare i grumi e girate di tanto in tanto fino ad ottenere una cremina.

Copyrighted.com Registered & Protected K4VC-DVMC-YUTF-4ESU

Questo articolo non si sostituisce in alcun modo al rapporto tra paziente e medico, esso ha una funzione divulgativa e non intende rappresentare una guida per automedicazione, diagnosi o cura. I suggerimenti e i consigli generali mirano esclusivamente a favorire nuove e migliori abitudini alimentari. ed uno stile di vita salutare. Le patologie e alcuni stati fisiologici richiedono l’intervento diretto di un professionista, e la collaborazione del medico curante. E’ sempre opportuno il parere del medico prima di intraprendere cambiamenti sostanziali nelle abitudini quotidiane.
(Visitato 844 volte, 1 visite oggi)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
loading...
loading...

Aggiungi un commento con il tuo profilo Facebook,Google+ o anonimo

Loading Facebook Comments ...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *