Per 37 anni ha piantato alberi nella stessa area. Quello che ha creato è incredibile! IL VIDEO

Jadav Molai Payang per 37 anni ha piantato alberi nella stessa area

Per anni ha piantato alberi nella stessa area creando una una lussureggiante foresta verde, un vero e proprio ecosistema funzionale.

Jadav Molai Payeng da solo in 30 anni, ha trasformato un terreno di sabbia sterile di 1.360 acri in una lussureggiante foresta verde. Oggi Payeng in India è diventato un eroe per aver creato un eco-sistema ricco di vegetazione e animali.

Per questo tutti lo chiamano “l’uomo della foresta”, perché da solo ne ha creata una.

Jadav Payeng, è originario di un piccolo villaggio in India, sulle sponde del fiume Brahmaputra  nella regione settentrionale di Assam.
Alla età di 16 anni ha iniziato a piantare dei semi di bambù in un’isola di sabbia arida della grandezza di 1360 acri.

Era il 1979 quando ha sotterrato le radici del primo albero e oggi, a distanza di più di 30 anni, tutti lo ringraziano per aver creato un splendida riserva naturale che ha riportato sul territorio molti animali. Ma c’è un motivo per cui ha creato tutto questo.


Di recente un giornalista di “The Times of India” ha raggiunto il riparo tra gli alberi di Payeng per conoscere la sua storia. Questa bella storia ebbe inizio alla fine degli anni settanta, Payang aveva solo sedici anni quando delle violente inondazioni portarono nella zona dove lui viveva con la sua famiglia morte e distruzione. Migliaia e migliaia di piante furono devastate e gli animali morirono quasi tutti.
Dopo l’inondazione la sua vita ha avuto una svolta. “Mi sono seduto e ho pianto per quei corpi senza vita. Era una carneficina. Ho allertato il Dipartimento delle foreste e ho chiesto loro se in quel posto si potevano far crescere alberi. Hanno risposto che nulla poteva crescere in quel luogo, ma mi hanno chiesto di provare a coltivare bambù. È stata dura, ma ce l’ho fatta. Non c’era nessuno ad aiutarmi. Nessuno era interessato“, dice Payeng.

Da quel giorno pianta i suoi alberi durante la stagione calda, mentre il resto dell’anno colleziona i semi che pianterà nei mesi successivi.

Dopo aver piantato alberi per decenni ha creato una riserva naturale estesa circa 500 ettari, ma la sua missione ancora non è finita.
Jadav infatti è convinto di portare avanti la sua missione fino al suo ultimo respiro: vuole riportare l’ intera isola all’aspetto originario, coperta da una fitta foresta.  Quello che era inizialmente un semplice passatempo si è trasformato presto in una vera e propria missione per creare un nuovo ecosistema.

Grazie alla nascita di questa foresta, chiamata “foresta Molai” , la fauna selvatica è tornata a popolare la zona e oggi può vivere in tranquillità in un nuovo equilibrio ecologico, vi sono uccelli, cervi, rinoceronti, tigri, elefanti.  “Dopo 12 anni, abbiamo visto gli avvoltoi. Sono arrivati anche degli uccelli migratori. Cervi e bovini hanno poi attirato i predatori“, racconta Payeng, riportando anche che dei bracconieri locali hanno ucciso un rinoceronte già visto nella sua foresta.

Le piante presenti nella foresta Molai sono varie, ci sono piante locali, arbusti, ed alberi da frutto di cui gli animali spesso mangiano i frutti.

Ci sono voluti anni e anni perchè la passione lodevole di Payeng ricevesse un meritato riconoscimento a livello internazionale. Il Dipartimento forestale della regione di Assam, oggi, cerca di sostenere il magnifico lavoro svolto da Payeng, la foresta fatta da un solo uomo.

Riferimenti:
guardachevideo.it

effettoterra.org

Questo articolo non si sostituisce in alcun modo al rapporto tra paziente e medico, esso ha una funzione divulgativa e non intende rappresentare una guida per automedicazione, diagnosi o cura. I suggerimenti e i consigli generali mirano esclusivamente a favorire nuove e migliori abitudini alimentari. ed uno stile di vita salutare. Le patologie e alcuni stati fisiologici richiedono l’intervento diretto di un professionista, e la collaborazione del medico curante. E’ sempre opportuno il parere del medico prima di intraprendere cambiamenti sostanziali nelle abitudini quotidiane.
(Visitato 5.826 volte, 1 visite oggi)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
loading...
loading...

Aggiungi un commento con il tuo profilo Facebook,Google+ o anonimo

Loading Facebook Comments ...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *